Food delivery: L’Italia che ordina

 Food delivery: L’Italia che ordina

Food delivery drivers

Il food delivery in Italia, rappresenta tra il 20% e 25% dell’intero settore del cibo a domicilio.

Il Food delivery viene chiamato anche cibo a domicilio! Che sia da asporto o take away ha registrato negli ultimi anni un importante crescita in tutto il mondo, Italia compresa. Ha modificato le abitudini della  pausa pranzo di studenti e lavoratori di tutto il mondo, ma anche le cene a casa tra amici o in solitaria. La tendenza che si e’ rafforzata durante i mesi di lockdown, ha dimostrato che il food delivery e` ormai un servizio di cui non possiamo fare a meno.

“Mai come quest’anno il food delivery si è dimostrato un servizio essenziale per gli italiani, portando direttamente a domicilio, in modo facile, veloce e sicuro, cucine e piatti preferiti, e rispondendo in modo positivo anche in un contesto storico difficile. Secondo un sondaggio che abbiamo condotto durante i mesi di lockdown, il food delivery si è dimostrato un servizio essenziale per il 90% degli intervistati”, commenta Daniele Contini, Country Manager di Just Eat in Italia

Durante il lockdown, Deliveroo ha fatto il punto della situazione sulle città che maggiormente si appoggiano ai food delivery

 La piattaforma, presente in Italia in 175 città, ha preparato una top ten delle citta` che maggiormente hanno fatto ricorso al suo servizio. In vetta alla classifica troviamo Milano seguita da Roma e Cagliari.  Settimo e otto posto occupati rispettivamente da Monza e Bergamo. Ultimo posto per Modena.

Abitudini e preferenze a confronto

Gli Italiani preferiscono ordinare il fine settimana, soprattutto il sabato seguito dalla domenica e dal venerdi. Si ordina prevalentemente italiano. La preferita in assoluto e` la pizza, seguita dalla pasta. Popolare anche la cucina Americana con gli hamburger, quella Hawaiana con i poke e Giapponese con il sushi. Nonostante seguano i trend nazionali,  Milano manifesta anche  una preferenza verso la cucina Greca (  registrati + 60% degli ordini) , mentre Roma e’ orientata verso la cucina Messicana ( registrati +35% degli ordini).